Gen 20, 2014 - Diario    Commenti disabilitati su Il giornaledelladanza.com presenta la sua Web TV

Il giornaledelladanza.com presenta la sua Web TV

GD Web TV

Cari lettori,

al via la Web TV della danza, promossa dal giornaledelladanza.com, un’iniziativa studiata e realizzata esclusivamente a servizio dei nostri lettori: la GD Web Tv.

Vi si potrà accedere attraverso la homepage del giornale ed al suo interno si potranno trovare video di spettacoli, reportage, filmati tratti da tv italiane e straniere, video interviste, filmati inediti realizzati dalla redazione GD.com, immagini estrapolate dal dietro le quinte di grandi produzioni di balletto mondiali.

In poche parole una vera e propria videoteca esclusivamente dedicata al mondo del balletto nella sua totalità che verrà realizzata anche grazie a collaborazioni con i grandi canali tv come Sky Arte, Classica Tv, La5, Rai5, Real Tv, Sky.it,  La7d, oltre ai canali noti della tv generalista come Rai, Mediaset, La7.

La pagina dedicata alla Web Tv,  sarà curata dalla giornalista, una delle firme note del GD.com:Valentina Clemente . La nascita di questa nuova offerta è frutto dell’esigenza di adeguarsi ai tempi e ai nuovi modi di fare informazione. Internet ha il grandissimo pregio di vivere l’immediatezza e ciò, ha completamente rivoluzionato il concetto di informazione.

Le news possono non solamente essere scritte e diffuse nell’ immediato, ma se ne può fruire anche grazie ai video che rappresentano una delle realtà più cliccate del web. Nello specifico della danza i video, specialmente quelli relativi alle esibizioni, diventano un patrimonio inestimabile proprio grazie alla natura specifica dell’arte teriscorea che, com’è noto, è speciale in quanto vive nell’unicità del momento in cui viene rappresentata. I video, in questo senso, hanno il grande valore di catturare l’esclusività di quel momento preservandone il ricordo nella storia.

 

Il giornaledelladanza.com presenta la sua Web TVultima modifica: 2014-01-20T16:33:05+01:00da sarazuccari
Reposta per primo quest’articolo

I commenti sono chiusi.