Dic 7, 2013 - Foto del Giorno    Commenti disabilitati su Scatti rubati della divina Svetlana Zakharova

Scatti rubati della divina Svetlana Zakharova

Cari lettori vi auguro un sereno e felice weekend e vi lascio con degli scatti meravigliosi rubati all’étoile Svetlana Zakharova.

Dic 5, 2013 - Diario    Commenti disabilitati su Carla Fracci si racconta nella sua autobiografia ‘Passo dopo Passo’

Carla Fracci si racconta nella sua autobiografia ‘Passo dopo Passo’

41MrplCVw4L__

Giselle, Giulietta, Cenerentola, Medea, Swanilda, Francesca da Rimini… sono più di duecento i personaggi interpretati da Carla Fracci, più di duecento i ruoli, le interpretazioni, le storie portate in scena con varietà estrema e sentimento esasperato, perché “il balletto ha un linguaggio più penetrante di quello teatrale, forse è proprio l’assenza della parola a renderlo tale”.

In un’autobiografia intima, Carla Fracci racconta l’infanzia trascorsa nella campagna lombarda e l’ingresso alla Scuola di ballo del Teatro alla Scala, il Passo d’Addio delle allieve licenziande e i trionfi con l’American Ballet Theatre e sui palcoscenici più importanti del mondo: Los Angeles, Mosca, L’Avana, Tokyo, Londra…

Figlia di Luigi, tranviere, e Santina, operaia, lontana parente di Giuseppe Verdi grazie alla prima moglie del nonno, Carla confessa l’amore per la famiglia e l’onestà, per la danza, che ha voluto portare fino ai centri più piccoli, per la musica e l’armonia, “ciò che mi porta l’ispirazione, ancor più dell’ambiente”.

Acclamata dai più autorevoli critici di balletto e applaudita con calore da pubblici di ogni levatura, Carla Fracci è stata partner artistica dei più gloriosi danzatori del mondo: Erik Bruhn, Rudolf Nureyev, Mikhail Baryshnikov, Mario Pistoni e Paolo Bortoluzzi. Ha lavorato con coreografi come John Cranko, Maurice Béjart e Antony Tudor e la sua vita è sempre stata circondata da poeti, su tutti Eugenio Montale che le dedicò la lirica: La danzatrice stanca.

Il libro ‘Carla Fracci – Passo dopo Passo’ , edito da Mondadori, verrà presentato venerdì 6 dicembre alle ore 18.30 a  Milano, presso lo store InMondadori di P.zza Duomo.

Dic 3, 2013 - Diario    Commenti disabilitati su Bolle e Osipova ancora un sogno: al cinema con Notre Dame de Paris

Bolle e Osipova ancora un sogno: al cinema con Notre Dame de Paris

 Roberto Bolle e Natalia Osipova

Il principe degli incassi 2013: Roberto Bolle torna in sala con “Notre-Dame de Paris” dal Teatro alla Scala di Milano, solo il 16, 17 e 18 Dicembre. Non esiste un ballerino più divino di lui.
Quando la neve cade copiosa e le radio intonano Jingle Bells, non esiste un momento migliore per regalarsi un grande balletto come è stato “Notre-Dame de Paris” di Maurice Jarre. Lo stesso allestimento del Teatro alla Scala di Milano che, coniugando pratiche artistiche d’auotre ad eccezionali divismi, aveva fatto innamorare il pubblico italino lo scorso San Valentino.
E’ il trionfo dell’idea di spettacolo secondo il coreografo Roland Petit come creazione totale: danza, scene, costumi, musica, teatralità. Esmeralda, Quasimodo, Frollo e Phoebus perni di una vicenda dalle forti tinte drammatiche e passionali. Diretto da Paul Connelly e con le scenografie di René Allio.
A Natale torna sul Grande Schermo un Roberto Bolle indimenticabile, campione d’incassi della scorsa stagione. Grazie a Microcinema Distribuzione in collaborazione con Teatro alla Scala di Milano e Rai, solo il 16, 17 e 18 Dicembre al cinema.

Pagine:«123456789»